musica, politica

Il video shock di Katy Perry ha un significato nascosto a cui non avevi pensato.


L’altro giorno, per diletto, mi suggeriscono di dare un’occhiata al nuovo video di Katy Perry chiamato “Bon Appetit e prima che le cose si facciano tese inizio subito facendo coming out: a me Katy Perry non dispiace completamente.

Il suo ultimo video shock si può riassumere con un “immaginati Irene Pivetti che viene impastata come una torta e bruciata viva“, ma ha un significato molto più cruento.

katy-perry-bon-appetit
Oui: mi piace.

Allora: premesso che chiunque vorrebbe essere presentato al pubblico in questo modo durante un’elegia funebre o una puntata di Chi l’ha Visto, per cui niente storie.

La cosa divertente della nuova opera d’ingegno della cantante californiana sta nel fatto di essere riuscita nell’intento di polarizzare il disgusto degli utenti di Youtube verso pratiche tabù quali il cannibalismo.

Dolci, semplici, ingenui americani: è chiaro che Bon Appetit parli di qualcosa molto più morboso, crudele e violento del cannibalismo.

Le chiavi di lettura che ho trovato su internet attualmente si dividono equamente tra:

  1. Il cannibalismo ( gli americani non resistono al richiamo del what you see is what you get)
  2. Critica al machismo che vede la donna come carne da macello

    Schermata 2017-05-15 alle 14.13.02.png
    teoria corroborata dalla presenza di tre gangsta che fanno sfoggio delle virtù cardinali tipiche dell’immaginario pimp: moderazione, eleganza, bellezza

Però io non ci sto e da europeo socialista queer credo di aver capito tutto e subito: eig9accawfqx.gif

Bon Appetit è la metafora della guerra generazionale tra Millennials e Baby Boomers. Cannibalismo socio-economico!

Insomma, la nostra amica millennial Caterina viene strappata dal tepore del giaciglio infantile e trascinata con prepotenza nell’adolescenza, dove le sue carni bianche e nivee vengono preparate ad assorbire il seasoning del capitalismo.

Immersa nel denso brodo primordiale dell’opinionismo più becero la carne DESIDERA essere la portata principale.

 

Il pranzo è servito,  il patriarcato rapper è d’accordo, i baby boomers affamati, il prodotto è eccitato.

Plot twist: il cibo è allo stesso tempo prodotto da consumare e mezzo di produzione. Il momento di auto-coscienza è la miccia per la rivoluzione e il capitalismo è d’accordo.

La generazione al potere cambia, i vecchi vengono sacrificati, ma i millennials rimangono nel campo della ristorazione a vita.

giphy (9)

*respirone*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...