ophelia millais radiotristezza
arte, musica, radiotristezza, social

#Radiotristezza. 10 suggerimenti musicali per cuori a rilento


ophelia millais ipod radiotristezza
L’espressione che assumi quando ascolti l’inizio di Lovesong dei Cure

E’ arrivato l’inverno ed è tempo di passare al setaccio le storie andate a finire male, complici le serate uggiose, il freddo polare e le feste natalizie.

Per questo motivo nasce #Radiotristezza: una stazione pirata dedicata a tutta la musica intimista che prende a pugni il cuore con classe.

L’idea è venuta fuori durante una delle tante sessioni di annientamento mutuale e post-nichilismo notturno con @politigalore e Dario™.

Ci siamo detti: “perché non condividere la nostra non-gioia con il prossimo?” e così, abbiamo pensato di prendere in contropiede l’avanzare delle infauste cartoline di auguri su Facebook.

Quello che ne viene fuori è un crogiuolo di sentimenti che fanno capo alla maestosità degli accordi minori e dei testi decadenti.

Se il Natale non ti scalda il cuore, #Radiotristezza ti è vicina.

Dopo il salto ecco 10 canzoni anti-natalizie con dei testi che ti faranno riflettere.

1. Il Bowling o il Sesso – Moltheni

Abbonati al mio periodico / poi donami l’affetto di parenti e amici / con la chiara idea di confondermi / e di correggermi come quei compiti / che non ho fatto mai

2. Done Done – Frankmusik

I know I / sort of pushed you away / but even if I had enough time / i doubt you would have stayed

3. Running up that hill (Datassette rmx) – Kate Bush

Nessuna compilation è una vera compilation senza Kate Bush.

4. Red Lights – Delphic

Oh I wanted to be next to you when it all falls through / When your world implodes / When your memory goes / When it all takes its toll / I’ll put my heart into your hands

5. Puzzles – The Mary Onettes

I’m going out to stay up all night / Let’s talk about what feels strange on the inside / Let’s make this year look good tonight / I know it hasn’t been the best year so let me know / Do you feel strange on the inside?

6. The Ghost who walks – Karen Elson

She looked at him with pleading eyes / he softly spoke / “my dear the love has died” / and then he muffled her desperate cries / under the moonlight

7. I love you – Woodkid

Is there anything I could do /Just to get som attention from you/ In the ways our lives take trace of you /Where are you?

8. Radioclima – Garbo

Il Bowie italiano, la new wave che poteva rivoluzionare lo Stivale. E ci perdiamo sempre, io e te.

9. Le Sirene – Vinicio Capossela

Da ascoltare solamente quando si è ben sicuri di sè. Altrimenti è dietro l’angolo la crisi esistenziale.

10. Le gite fuori porta – Gli Amari

Mi chiedo a cosa è servito / stando qui in vetrina noi non ci conosceremo mai / l’unica cosa che facciamo è ricordarci / che saremo sempre estranei / sceglier quale letto / sceglier se dormirci dentro

Hai un brano da inserire nelle compilation di Radiotristezza?
Inviaci dei suggerimenti su twitter e facebook con l’hashtag #Radiotristezza e dai il like alla nostra pagina.

Buona settimana a tutte/i.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...