Uncategorized

Moody’s declassa Papa Francesco I da “Rivoluzione” a “Isteria di massa”


new condescending wonkaImmagino che in quanto apostata venuto dal freddo e cittadino di uno Stato confinante con quello Vaticano io non possieda il diritto di opinare sulla scelta del nuovo capo del governo del Paese Pontificio.

Certo è che avendo lo Stato Vaticano abusato di soldi dei contribuenti i quali potevano diventare un giorno mio stipendio, servizi pubblici e pensione, suppongo di poter esprimere delle opinioni riguardo allo spettacolare evento mediatico che si è consumato ieri sera in mondovisione.

Non parlerò del vocalist d’eccezione che ha snocciolato con qualche difficoltà il refrain latino che precede l’apparizione del neo monarca elettivo, ma criticherò approfonditamente l’isteria generale che ha colpito milioni di persone monopolizzando in maniera inopportuna e alquanto fastidiosa il chit chat generale.

 

Se l’abito non fa il monaco, il nome fa il papa.

Non v’è dubbio che l’elezione del nuovo frontman del gruppo pop più numeroso della storia si sia svolto in circostanze eccezionali, complice anche il gran rifiuto di Benedetto XVI e la contestuale (sentita, direi) mancanza delle esequie funebri che danno vigore al piagnisteo pre-conclave.

E’ da notare poi come lo spirito di emulazione dei vicini di casa li abbia spinti, in un impeto di revanchismo istituzionale, a dimostrare come le leggi elettorali vaticane siano immensamente più intelligibili di quelle italiche (sistema maggioritario puro con premio di maggioranza del 100% e fiducia incorporata nel pacchetto).

Sta di fatto che tra crisi economica, risultato nefasto delle elezioni politiche, battaglie istituzionali tra presidenti del CSM, presieduti e piccoli Houdini delle procedure, il popolo aveva veramente bisogno di un gesto plateale che desse serenità e fungesse da catalizzatore di speranze.

IL TESORO E’ SOTTO LA X 

L’armoniosa melodia del chiacchiericcio da conclave ha iniziato però a caricarsi di note stonate quando, a pochi secondi dall’apparizione della panciuta pedina del Monopoly delle anime, sono partiti i commenti dei vaticanisti (ovviamente laici ed osservatori imparziali): “PORTA UNA CROCE SEMPLICE: E’ UN CHIARO MESSAGGIO DI RINNOVAMENTO DELLA CHIESA”, “IL PRIMO PAPA CHIAMATO FRANCESCO IN 2000 ANNI!”, “IL NUOVO VESCOVO DI ROMA E’ UN UMILE GESUITA CHE DICE BUONASERA!!!”.

 

Adesso capisco che il fatto di trovare ridicole certe esclamazioni sia tipico di una certa sinistra radical chic squattrinata cresciuta nell’aspra bambagia della perdita del comunismo illuminato, però dovete darmi ragione su una cosa sola: Una folla che urla di gaudio per un “buonasera”, nel 2013, è la chiara ed evidente espressione di una società che ha sventolato bandiera bianca nella battaglia contro il sistema settecentesco della divisione in caste.


Sta a vedere che la rivoluzione epocale consiste nel riconoscere nel monarca di una città-Stato confinante un vicino di casa che ti saluta educatamente.

Sticazzi. 

Sti gran cazzi, ragazzi.

Parlatemi di nuovo di rivoluzione quando lo speaker del paradiso fiscale bianco smetterà di dare addosso agli omosessuali perché serve loro il perfetto antagonista, quando smetterà di utilizzare soldi pubblici di altri Stati per investirli anche in società produttrici di armi, quando smetterà di benedire dittatori e carnefici o quando, semplicemente, dirà che il preservativo effettivamente serve per proteggere le persone dall’infezione da HIV.

 Dopo 2000 anni di macchinazioni politiche, genocidi, oscurantismo ed estorsione per mezzo dello sfruttamento della credulità popolare, penso sia estremamente stupido acclamare il volto pubblico di un sistema atroce solo per un marginale restyling del logo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...